Pasta fresca: cappelletti in brodo

Pasta fresca: cappelletti in brodo

Non sono un amante del brodo, ma ogni tanto è giusto cambiare anche le abitudini a tavola.
La pasta fresca mi piace farla da solo, ma ci sono giorni o periodi nei quali non ci riesco, un po’ per pigrizia, un po’ per il poco tempo a disposizione.
Allora si va nei pastifici, e ho scoperto @pastafelici.
Sono onesto: ho comprato solo i cappelletti, ma erano di una bontà eccezionale.
Ho voluto regalarmi delle foto. La forma impeccabile dei cappelletti potete apprezzarla da voi.
Una cosa è certa, ovvero che il brodo ormai me lo farò più spesso.

Fare il fotografo non è solo premere un bottone sulla propria reflex. Un bravo fotografo tiene conto di tanti aspetti che vanno oltre la tecnica.
A me piace sempre scambiare due chiacchiere molto informali con il cliente, capire la sua filosofia, cosa gli piace e cosa non. In sostanza percepire la passione che anima il suo lavoro.
Oggi, per un professionista, per un imprenditore, è importante che ciò che si offre generi anche un’emozione, e a me spetta realizzare una fotografia che sia all’altezza di ciò che mi si chiede.
Queste immagini che vi propongo sono al di fuori del contesto dello still life, cioè fare foto singole di ogni prodotto, specie a uso commerciale.
Questo perché ci sono anche i social e il web, che si basano sull’immediatezza, ed è quindi necessario scattare delle foto che in un solo istante stimolino un interesse, un’emozione, e catturino l’attenzione del fruitore finale, cioè il potenziale cliente.