Defò, viaggio nelle campagne sorianesi

 

Al quartier generale nel centro storico di Viterbo Danilo Ciavattini affianca il nuovo insediamento tra le campagne di Soriano, alle pendici del monte Cimino.

Da fine maggio lo chef firma, gestisce e supervisiona la cucina della Tenuta Di Santa Lucia, antico casale immerso nel verde dove non ci si arriva certo per caso.

Ridotto il rodaggio per questioni di tempo, si è entrati subito in stagione con alcuni piatti che hanno trovato spazio nel menu del ristorante viterbese oppure a loro direttamente ispirati (la patata, “interrata” in autunno, ora è “germogliata” e accompagnata dalla burrata). Non mancano comunque piacevoli novità.

A metà tra la proposta “stellata” e una cucina più pop e diretta (ci sono anche fettuccine al ragù di agnello), lo stile è ideale per chi vuole avvicinarsi all’alta ristorazione degustando i sapori e i prodotti del territorio (alcune materie prime, come olio, more o lamponi, sono autoprodotte).

 

Sapiente uso di creme (quelle di gorgonzola e nocciole vanno a accompagnare un fiore di zucca fritto alla perfezione) ed erbe, uno dei must della cucina dello chef.
Magia e poesia nel nome del ristorante

Defò, in dialetto sorianese letteralmente “in campagna”, è una pennellata che incarna con stile e sintetizza l’essenza del posto.

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi